Dopo oltre 70 anni il Liechtenstein chiede la restituzione di una regione della Repubblica Ceca

Dopo oltre 70 anni il Liechtenstein chiede la restituzione di una regione della Repubblica Ceca

La notizia avrebbe del clamoroso. Il piccolo principato del Liechtenstein ha presentato una rivendicazione per una parte della Repubblica Ceca, grande quasi dieci volte l’attuale estensione del Principato.

 

La richiesta è stata presentata alla corte europea dei diritti dell’uomo che dovrà per la prima volta affrontare un caso singolare come questo. Il territorio in questione fu sequestrato dall’allora Repubblica di Cecoslovacchia dopo la Seconda guerra mondiale, in base agli accordi di Benes. In essi, i principi regnati del Liechtenstein furono accusati di essere collaboratori del regime nazista e quindi tenuti a pagare dei debiti di guerra, consistenti in questo caso nella perdita di buona parte dei territori del Principato.

 

“La confisca senza risarcimento è inaccettabile”, così ha detto il ministro degli Esteri del piccolo Principato, Katrin Eggenberger. Secondo il ministro, più è piccolo il paese, più e vitale per esso difendere i propri diritti.

 

Di contro, il viceministro degli Esteri ceco, Martin Smolek, ha affermato che la corte europea dei diritti dell’uomo non può accettare la denuncia del Liechtenstein, poiché gli eventi si sono svolti prima dell’adozione da parte dei due paesi della Convenzione europea dei diritti dell’uomo.

Post a Comment

quattordici + 16 =

#SEGUICI SU INSTAGRAM